https://www.facebook.com/carrozzeriadecar

"La stanza della nonna" nasce nel 2012 dall'incontro di un gruppo di amici in una delle stanze della casa dei nonni di due membri della band,adibita a sala prove e luogo di confronto; si ricostruisce rapidamente un feeling musicale già nato da tempo, e si inizia a portare avanti un progetto comune basato sull'arrangiamento di canzoni scritte interamente dai membri della band. I brani hanno tra diloro un punto in comune, basato sulla semplicità sia nell'esecuzione che nella composizione delle canzoni, che hanno un sapore domestico e suggestivo. Il lavoro effettuato nel primo periodo di attività prende forma nell' ep interamente autoprodotto, composto da quattro canzoni e presentato il 17 agosto 2013 al lido messinese "Horcynus Orca", con la partecipazione della band romana dei "Boxering club". Da allora questo gruppo di amici non si è fermato, portando in giro in tutta Italia il proprio progetto. Più di sessanta sono i palchi che hanno ospitato, tra cui: il Teatro Valle Occupato e la Locanda Atlantide (Roma), con la band "l'Orso" al "Toti e Marius" di Barcellona Pozzo di Gotto e alla "Casa dello studente" di Messina e con "Oratio" all'Irish Pub; con Fabrizio Pollio degli "Io Drama" nasce un rapporto di amicizia e collaborazione che porta allo svolgimento di tre live in località Siciliane. La stanza della nonna è quel luogo suggestivo in cui le storie raccontate durante una cena natalizia o in un pomeriggio d’estate rivivono nei soprammobili usurati dagli anni o nelle vecchie foto in bianco e nero. La stanza della nonna rappresenta la fusione tra vecchio e nuovo , tra uno stereo 8 e un decoder digitale, tra genitori e figli, tra passato e futuro. La stanza della nonna è un luogo casalingo, familiare ma che con i suoi segreti ed odori può rivelarsi sempre nuovo e rievocare così una miriade di sensazioni e ricordi, quei ricordi che ci si porta dentro tutta la vita, nella buona o nella cattiva sorte, anche quando si vedranno i propri nipoti saltare su quel letto, di quella stanza, di cui la nonna o il nonno in questione potremmo essere noi stessi.
La musica del “La stanza della nonna” si basa proprio su questo, rievocare ricordi e suggestioni da melodie e testi che hanno sapore di casa. Le mattine di primavera sul balcone, i ricordi di viaggi mai fatti o fatti in pantofole senza uscire propria stanza, la lontananza dai luoghi natali o le notti sotto le stelle d’estate sono alcuni dei temi trattati nei brani. Il tutto è accompagnato da una vena cantautoriale e da strumentazioni e suoni semplici che, come in una vera stanza, arredano le canzoni con tocchi di note dal profumo domestico.