Lo stato sociale http://www.radiomessinainternational.it/pagina/404/Pubblicita

Da un sodalizio nato nel 2009 negli studi di Radiocittà Fujiko a Bologna dove tre Dj, Alberto Cazzola, Lodovico Guenzi e Alberto Guidetti si incontrano per condurre un programma radiofonico, nasce una delle realtà musicali più interessanti del momento, Lo Stato Sociale, gruppo elettro-pop bolognese alla cui formazione nel 2011 si aggiunsero Enrico Roberto e Francesco Draicchio.Abbiamo raggiunto telefonicamente Alberto Cazzola che ci racconta brevemente la storia del gruppo: ‘il nome Lo Stato Sociale, viene da una delle prime canzoni che abbiamo scritto,dove nel ritornello dicevamo “… fidati di noi stato sociale, fidati di noi flessibilità …”.
All’epoca studiavo scienze politiche e quindi c’erano un po’ di argomenti diciamo “impegnati” nei miei esami che spesso finivano anche nelle canzoni (ride), così abbiamo deciso di prendere il nome che adesso portiamo’.
Il 14 aprile viene pubblicato su iTunes il singolo C’eravamo tanto sbagliati che ha fatto da anticipazione per il secondo album della band, L’Italia peggiore, riuscendo a scalzare la corazzata Pharrell con la sua Happy: "L’abbiamo saputo perche guardavamo come stava andando il singolo su iTunes e a un certo punto ci siamo accorti di aver raggiunto la vetta in modo inaspettato.
E casualmente quel giorno in testa c’era Pharrell da credo più o meno tre mesi, quindi a un certo punto ci sta anche che smetta di essere primo in classifica (ride).
Di sicuro scalzarlo, per noi è stato un onore, abbiamo brindato e festeggiato ballando proprio su la musica di Happy, anche se in realtà dopo 2 giorni hanno rubato la vetta anche a noi, ma comunque è stata una bella soddisfazione".Nell’album troviamo Questo è un grande paese, un brano trascinante e particolare che vede la collaborazione di Piotta: "Quella canzone è un insieme di sinonimi e contrari perche c’è sia l’analogia con la realtà sia la contraddizione, è un po’ un calderone di tante cose diverse ma ovviamente non è legata alla visione che noi abbiamo dell’Italia.
È una parodia fatta per esorcizzare le paure e le ansie che si creano in una determinata situazione sociale.
È un grande paese detto con molta ironia, abbiamo seguito l’onda nazional-popolare dove ci sono sempre tutti quelli che si lamentano ma dove nessuno fa nulla, basta che ci si mangi bene e che ci sia il sole, dove ci si illude che tutto funzioni a meraviglia ma in realtà le cose non vanno affatto bene".Un’altra traccia interessante e intensa è Linea 30, che racconta la strage alla stazione di Bologna a chi non c’era o non l’ha vissuta: "il ricordo della memoria è una cosa che abbiamo introdotto da questo lavoro, ma che precedentemente abbiamo sempre fatto dal vivo, cioè il raccontare quegli avvenimenti che non abbiamo nemmeno vissuto sulla nostra pelle, perche io che sono il più anziano della band sono dell’’84.
Però sappiamo bene l’importanza che ha il ricordare, raccontando come sono andate le cose ed in questo caso lo facciamo non riportando l’avvenimento di per se, ma riviverlo dal punto di vista del papà di Bebo, autore del pezzo.
Di questo ne siamo molto orgogliosi perché attraverso la narrativa  siamo riusciti a riportare alla memoria un evento di cui molti giovani d’oggi purtroppo non sanno nulla".Lo Stato Sociale con una lodevole iniziativa ha deciso di appoggiare Emergency devolvendo le proprie royalties per ogni cd venduto: ’"Abbiamo devoluto le prime due settimane di vendita a Emergency perche volavamo dare un senso in più all’acquisto di un disco. Oggi comprare un disco fisico è una cosa un po’ desueta che non fanno in tantissimi.
Il discorso è legato in parte al feticismo dell’oggetto e in parte all’avere qualcosa di fisico che rappresenti la band che ti piace e che vuoi supportare.
Oltre a quello abbiamo sentito il bisogno di dare un motivo in più per rendere questo gesto importante e non un mero acquisto commerciale.
Abbiamo così pensato fin da subito ad una raccolta di beneficenza, poi Emergency diciamo che è venuta da se perche dopo aver fatto un breve screening tra tutte le associazioni benefiche, ci siamo sentiti subito molto vicini alle scelte e agli ideali che abbraccia Emergency con il suo operato".Nel disco ci sono molti stili e sonorità che pur essendo differenti si amalgamano perfettamente, creando un sound unico  e inconfondibile: "Noi veniamo dalla radio, quindi parlavamo e ascoltavamo praticamente di tutto, inoltre sia io che Bebo facendo anche i Dj abbiamo uno spiccato interesse nello scibile musicale senza avere particolari preferenze o pregiudizi.
Lodo, il cantante, invece si occupa di teatro e ha contribuito molto sul piano dello spettacolo dal vivo facendo diventare la musica come un contorno per portare in giro il baraccone, permettendo così di trasmettere le idee e le cose che sono scritte nei testi e di farli arrivare nel modo migliore a chi ci ascolta’".
I ragazzi de Lo Stato Sociale sono attualmente impegnati in un lungo e fitto tour estivo che li vedrà girare l’Italia.
Queste le date: 06/07 Molfetta (BA) - Garrincha Loves Bari - Eremo Club 11/07 Scandicci (FI) - Piazza della Resistenza 18/07 Fermo (AP) - Mangiadischi - Skate Park 19/07 Perugia - Rock For Life 23/07 Modena - Giardini Ducali 24/07 Torino - Scuola Holden 30/07 Melpignano (LE) - So What Festival 11/08 Carovilli (IS) - Nuvole Chitarre e Note 12/08 Girifalco (CZ) - Monte Covello Summer Fest 13/08 Alcamo (TP) - Nuove Impressioni 21/08 Brescia - Festa di Radio Onda d'Urto 29/08 Schio (VI) - Mararock 30/08 Fener (BL) - Reset Festival12/09 Como - Tempio Voltiano